Il telefono cellulare nuovo non si accende? DON’T PANIC!

26 aprile 2016 - Categoria: Tecnologia

Se avete comprato uno smartphone e appena tirato fuori dalla scatola non si dovesse accendere, prima di riportarlo o rispedirlo al venditore per chiederne la sostituzione aspettate un attimo: don’t panic!
Cosa fare? La risposta non è “42”, come in Guida galattica per gli autostoppisti di Douglas Adams, ma potrebbe quasi esserlo.

Provate a tenere il telefono in carica per almeno un paio d’ore. Se collegando il caricabatteria la spia che segnala il caricamento per ora non si accendesse non importa. Trascorse almeno due ore provate ad accenderlo e potrete avere una gradita sorpresa ;-).

Ovviamente non sempre il problema si risolve con così poco e se tale operazione non dovesse avere successo dovrete rivolgervi al venditore per risolvere il problema. Vale la pena però fare almeno una prova perché fra rispedire il telefono, aspettare la verifica del guasto ecc. ecc. i tempi potrebbero diventare lunghi.

Proprio in questi giorni mi è capitato tale problema: l’Asus ZenFone 2 (link Amazon) equipaggiato con sistema operativo Android che avevo ordinato non si accendeva e non dava alcun segnale di carica una volta connesso all’alimentatore.
Dopo averlo caricato per 2 ore con l’alimentatore di rete ho provato ad accenderlo e una breve vibrazione seguita dalla schermata del brand e del sistema operativo hanno confermato che tutto si era risolto senza dover ricorrere al servizio post vendita con conseguenti attese.

P.S.: Il tentativo di lasciarlo qualche ora collegato al caricabatteria prima di riprovare l’accensione mi è stato suggerito da un servizio clienti come prassi normale a causa del bassissimo livello di carica con cui arrivano a volte i telefoni.

 

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Avvisami di