Mini treppiedi Reporter Pro-Line 01197

23 febbraio 2017 - Categoria: Attrezzatura

Il treppiedi è un accessorio importante del corredo fotografico, ma è anche uno dei più scomodi da trasportare.
Sebbene il mio consiglio sia di averlo con sé ogni volta che sia possibile, ci sono situazioni in cui portarlo non è veramente pratico.

Una possibile soluzione può essere fornita dai mini treppiedi: cavalletti estremamente leggeri e compatti che possono rivelarsi un supporto decisivo, a patto di utilizzare fotocamere e ottiche leggere.

 

Mini treppiedi Reporter Pro Line 01197

Mini treppiedi Reporter Pro Line 01197

 

La scorsa estate, ho acquistato un mini treppiedi della Reporter, modello Pro-Line 01197, peso 350 g e altezza da chiuso 20 cm. Viene venduto corredato da una sacca morbida, utile più che altro per evitare che i leveraggi o i componenti possano agganciarsi da qualche parte durante il trasporto.

 

Mini treppiedi Reporter Pro Line 01197 chiuso con sacca morbida di corredo

Mini treppiedi Reporter Pro Line 01197 chiuso con sacca morbida di corredo

 

Lo scopo dell’acquisto era avere un supporto minimo da portare senza troppi problemi nello zaino durante lunghi trekking. Nelle escursioni in cui lo scopo non è principalmente fotografico preferisco lasciare il cavalletto più pesante in macchina.
Al momento dell’ordine ero molto scettico su questa soluzione… e una volta toccato con mano l’oggetto le mie perplessità sono aumentate…

Il mini cavalletto della Reporter è realizzato interamente in plastica, il che costituisce allo stesso tempo il suo principale punto di forza e debolezza: è leggero ma anche delicato. Per il resto si comporta come un cavalletto vero e proprio in miniatura: ha gambe allungabili, colonna centrale, ma soprattutto piastra di sgancio rapido e testa (incorporata) a 3 movimenti indipendenti. Quest’ultima caratteristica è la più interessante perché permette di comporre con cura l’inquadratura e ripetere più scatti senza variarla.

 

Ma come si comporta nella pratica?

In verità abbastanza bene. Pochi giorni fa, fotografando con il tele-zoom dalla torre di una fortezza, ho confrontato gli scatti fatti a mano libera con quelli fatti usando il mini treppiedi e questi ultimi sono pressoché tutti utilizzabili, nonostante il vento. Devo dire che ho sempre tenuto fermo il treppiedi con le mani, più che altro per il vento, ma il supporto ha fatto la differenza.
Qui sotto un ingrandimento al 100% di una delle immagini scattate con il treppiedi e sotto ancora la foto post prodotta.

 

Antica Posta Medicea - Ingrandimento al 100%

Antica Posta Medicea – Ingrandimento al 100%

Antica Posta Medicea - Radicofani (SI)

Antica Posta Medicea – Radicofani (SI)
Immagine scattata con fotocamera Olympus OM-D E-M10 e obiettivo M.Zuiko 40-150 mm f/4-5,6 R

 

Ripeto, non si tratta di un sostituto di un treppiedi vero e proprio, e non so nemmeno quanto resisterà ancora prima di rompersi, ma è un accessorio che si può portare sempre con sé dimenticandosi di averlo e, in situazione come quella raccontata poco fa, ha fatto la differenza fra realizzare una foto utilizzabile e avere solo scatti più o meno mossi.

 

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Avvisami di