Lightroom Classic e CC “uccidono” Lightroom 6

19 ottobre 2017 - Categoria: Software

Lightroom era l’ultimo software Adobe ancora disponibile sia in versione desktop standalone con licenza perpetua, sia in abbonamento Creative Cloud. La versione non cloud veniva pagata una tantum invece che in abbonamento mensile o annuale. Adobe ha eliminato definitivamente la possibilità di acquistare la versione desktop standalone, cioè Lightroom 6.

 

Cos’è Lightroom (in estrema sintesi)

Adobe Lightroom (LR) è un software per lo sviluppo di file raw e la postproduzione di immagini fotografiche ed è molto apprezzato da coloro che non hanno bisogno delle funzionalità avanzate di Photoshop. Negli anni, comunque, LR è stato dotato di strumenti sempre più raffinati. Inoltre il programma è dotato di un’interfaccia adatta alla rapida selezione delle immagini e di un sistema interno di archiviazione e ricerca tramite i cataloghi.

 

Cos’è cambiato con l’avvento della Adobe Creative Cloud

Ho iniziato a usare i software Adobe Creative Cloud fin dalla prima release e, superata la diffidenza iniziale, ne ho apprezzato i pregi. (Ho parlato sinteticamente dei pro e contro dell’Adobe Creative Cloud in questo articolo).

L’ottica nella quale valuto software e attrezzature è professionale: per me il passaggio ad Adobe Creative Cloud (in abbonamento) ha portato benefici. Per molti utenti, però, acquistare un software una volta per tutte, sapendo che non smetterà di funzionare allo scadere dell’abbonamento, era preferibile. Chi non ha in programma di cambiare fotocamera frequentemente ed è soddisfatto delle funzionalità di cui è dotata la versione di Lightroom che ha acquistato, non sarà contento di dover pagare “a vita” un abbonamento.

 

Canon EOS 5D Classic

Canon EOS 5D Classic

 

Anni fa usavo una Canon EOS 5D prima versione (oggi chiamata anche 5D old o classic) e se fare fotografie non fosse stata la mia professione avrei potuto continuare a usare Photoshop CS3 e il vecchio modulo Adobe Camera Raw. Dopo l’acquisto iniziale di Photoshop non avrei dovuto spendere altro. Certo, questo discorso è vero fino a un certo punto: per continuare a utilizzare software vecchi, tutto l’ecosistema computer-sistema operativo non deve essere aggiornato. Insomma, l’obsolescenza programmata dei dispositivi elettronici e il loro ciclo di vita utile è sempre più breve. Un esempio classico è costituito dagli smartphone, sui quali dopo 2 anni non è più possibile installare la versione più aggiornata del sistema operativo. Ciò comporta una minore sicurezza (in termini informatici) e minore compatibilità con le app più recenti.

 

Il vecchio pc che uso per scrivere e programmare non supporta LR CC

Il vecchio pc che uso per scrivere e programmare non supporta LR CC

 

 

Ma torniamo a Lightroom.

 

I nuovi Lightroom

Lightroom 6 esce repentinamente di scena e viene sostituito da Lightroom Classic e Lightroom CC, entrambi cloud based e in abbonamento.

Non essendo mai stato un utente LR segnalo qualche link per approfondire l’argomento. In inglese un articolo su DPReview, in italiano su fotografidigitali.it e il link alla pagina Adobe.

 

Perché non ho mai usato Lightroom

Le prime versioni di LR mi fecero una pessima impressione e preferii continuare a usare Photoshop e Camera Raw, che si adattavano meglio alle mie esigenze.

Lightroom è migliorato sotto molti aspetti e devo dire che in certi casi avrebbe velocizzato il mio lavoro ma, dopo il passaggio da Canon al sistema Micro 4/3 (Olympus e Panasonic) è entrato a far parte del mio workflow DxO Optics Pro, forse il miglior software per trarre il massimo dai file raw di queste mirrorless.

Nota a margine: con buona pace di Mr. Goto, direttore dei Laboratori di Ricerca e Sviluppo di Nikon Japan, ci sono professionisti che usano fotocamere Olympus, Sony e Fuji (chissà poi perché abbia lasciato fuori Panasonic nelle sue dichiarazioni). 😉

Molte persone usano DxO OP per demosaicizzare i raw e applicare alcune impostazioni di base e poi esportano il file in formato DNG da riaprire in Lightroom.
Il mio flusso di lavoro, per il momento, resta: DxO OP per produrre un file quasi definitivo, esportazione dell’immagine in formato TIFF a 16bit ad alta risoluzione e apertura in Photoshop. Faccio aggiustamenti minimali o consistenti, a seconda del lavoro, e preparo i file per la stampa o per l’uso su altri media.

 

Se siete interessati alle opzioni di abbonamento delle nuove versioni di Lightroom o di LR+Photoshop (Piano Fotografia) trovate i costi a questa pagina. Fate attenzione allo spazio disponibile per il cloud storage offerto da ciascun piano.

 

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


3
Lascia un commento

avatar
2 Comment threads
1 Thread replies
1 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
2 Comment authors
Marco BisogniDario Recent comment authors
  Subscribe  
più recenti meno recenti più popolari
Avvisami di
Dario
Ospite

Bravo Marco