Fare libri

3 novembre 2016 - Categoria: Pubblicazioni

Quando sfogliamo un libro o una rivista oppure visioniamo una pubblicazione digitale, notiamo che ogni prodotto ha un design differente. I libri d’arte presentano normalmente un testo ordinato, ampi margini, sono stampati su carta di buona qualità, mentre le riviste di costume e moda per il circuito delle edicole sono caratterizzate da una maggiore variabilità fra gli stili delle pagine, la gabbia del testo raggiunge quasi il vivo del foglio, la carta è una patinata da rotativa… Queste sono solo alcune delle differenze che saltano all’occhio, tuttavia notarle non significa saper decidere consapevolmente certe caratteristiche in fase progettuale.

I libri che presenterò sono un punto di partenza sia per coloro che desiderano addentrarsi nel mondo della grafica editoriale e in particolare nel book design, sia per i self-publisher interessati ad ampliare le proprie conoscenze (anche per dialogare meglio con il proprio grafico).

Il primo libro che propongo, un classico di settore, è di Giorgio Fioravanti e si intitola:

 

Il nuovo manuale del grafico

Il nuovo manuale del grafico


Titolo:
Il nuovo manuale del grafico.
Guida alla progettazione grafica del prodotto editoriale:
libro, rivista, giornale, CD-Rom e sito web

Formato: 20×28 cm, 272 pp. a colori, hardback

Isbn-10: 880809619X
Isbn-13: 978-8808096197

Editore: Zanichelli

 

Anche se il libro (inteso come “oggetto-libro”), e in particolare il suo aspetto grafico, sono al centro del testo, a differenza dei titoli segnalati più avanti questo è l’unico che tratta anche altri prodotti editoriali (quotidiano, rivista…).
È stato il primo manuale su cui ho studiato e, nonostante sia stato pubblicato diversi anni fa, resta uno strumento utile per imparare i fondamenti della progettazione.
Anche se alcune tecnologie citate sono superate, gli insegnamenti sono sempre validi. Numerosi esempi e schemi aiutano a comprendere con immediatezza i concetti spiegati.

Il nuovo manuale del grafico è acquistabile su Amazon a questo indirizzo.

 

I prossimi due libri, il secondo dei quali è scaricabile gratuitamente come edizione digitale, dedicano molta attenzione alla cura del testo, non solo da un punto di vista grafico.

Il primo è:

 

Farsi un libro

Farsi un libro

Titolo: Farsi un libro.
Propedeutica dell’autoproduzione: orientamenti e spunti per un’impresa consapevole.
O per una serena rinuncia

Formato: 14×21 cm, 152 pp. b/n, brossura

Isbn-10: 8872260779
Isbn-13: 978-8872260777

Editore: Stampa Alternativa

 

Il testo, suddiviso in 3 parti, è scritto a più mani. Angiolo Bandinelli racconta, in modo particolarmente originale, la parte storica. “Storica” nel senso che si tratta di una storia del libro e degli attori gli ruotano attorno. Giovanni Lassu si occupa dei caratteri (le font) e lo fa trattando l’argomento con esempi pratici che costituiscono la lezione stessa. Infine, Roberto Iacobelli presenta un “diario di lavoro” che inizia con la scelta della carta e si conclude con il prodotto finito, passando per misure tipografiche, segni redazionali, correzione di bozze, disposizione del testo in pagina.
Il (meraviglioso) sottotitolo riassume, in 3 righe allineate a bandiera, lo scopo del libro:

Propedeutica dell’autoproduzione:
orientamenti e spunti per un’impresa consapevole.
O per una serena rinuncia

Farsi un libro è acquistabile su Amazon a questo indirizzo.

 

La risorsa in free download di cui parlavo è:

 

Il libro mio lo pubblico io

Il libro mio lo pubblico io


Titolo:
Il libro mio lo pubblico io

Formato digitale: PDF, 14,5×20,8 cm, 206 pp. b/n

Isbn: non presente

Editore: Strade Bianche

 

 

 

Si tratta di un vademecum, duro e puro, di autoproduzione. Nasce dalle mani esperte di Marcello Baraghini ed Ettore Bianciardi.
Rispetto a Farsi un libro è, per certi versi, meno tecnico; è pensato come una guida per coloro che vogliono intraprendere la strada più autarchica del self-publishing e vogliono farlo con strumenti gratuiti.
Alcune parti, relative a software e procedure online, risentono degli anni trascorsi dalla prima edizione (dicembre 2010). Sei anni, in termini di attuali tecnologie, sono moltissimi, ma la maggior parte dei contenuti resta sempre valida.
Ne consiglio la lettura.

Il link per scaricare gratis il pdf sarà nuovamente disponibile nei prossimi giorni.

 

Fin qui ho indicato pubblicazioni che riguardano la grafica, la gestione del testo, che spiegano come comporre un libro dall’inizio alla fine. Ma nel fare libri e, più in generale, occupandosi di grafica editoriale, non bisogna perdere di vista l’omogeneità. Bisogna mantenere rigore e costanza tanto all’interno della pubblicazione quanto all’interno della collana che l’accoglierà (se abbiamo a che fare con un progetto editoriale di più ampio respiro).
La parola chiave è sempre progettualità. Le scelte consapevoli e motivate che facciamo in fase di progettazione vanno rispettate per tutto il lavoro. Il quarto libro che consiglio parla diffusamente di questo argomento. Il curatore è Riccardo Falcinelli e si intitola:

 

Fare i libri

Fare i libri

Titolo: Fare i libri.
Dieci anni di grafica in casa editrice

Formato: 119×22,8 cm, 170 pp. a colori, brossura, copertina con bandelle

Isbn-10: 8875216649
Isbn-13: 978-8875216641

Editore: minimum fax

 

 

Questa pubblicazione non si presenta come un manuale. A mano a mano che si avanza nella lettura se ne scoprono le sfaccettature, come in un puzzle in cui le varie parti si incastrano per formare il tutto. Tale immagine credo possa valere come metafora per il gruppo di lavoro della casa editrice, la minimum fax, che lo ha pubblicato. O per lo meno, è ciò che ho percepito leggendo questo testo.
Come dicevo, non si tratta di un manuale in senso stretto: è più un glossario illustrato, un catalogo, un manifesto (anche pubblicitario) dei valori che animano la casa editrice, ma soprattutto esplicita le considerazioni che stanno (dovrebbero stare) a monte di ogni progetto grafico editoriale.
Protagonisti della narrazione sono coloro che, al momento della pubblicazione, occupavano i seguenti ruoli all’interno di minimum fax: Daniele di Gennaro (editore), Riccardo Falcinelli (art director), Martina Testa (direttore editoriale), Dario Matrone (caporedattore), Marco Cassini (editore e direttore commerciale), Alessandro Grazioli (responsabile ufficio stampa).
Tutto ruota intorno alla grafica e ogni figura tratta l’argomento dal punto di vista dell’area di propria competenza.
Consiglio, ovviamente, anche la lettura di questo testo.

Fare i libri è acquistabile su Amazon a questo indirizzo.

 

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Avvisami di